About us - history and tradition

Maurizio Proietti è il Maitre Chocolatier de La Bottega del Cioccolato. La sua è una storia di passione e arte, tramandata da padre in figlio da più di un secolo.

L'avventura di questa famiglia di artigiani comincia ai primi del '900, quando Marcello Proietti, padre di Maurizio, comincia a lavorare come assistente di laboratorio del grande Maitre Chocolatier Enrico Cuniberti, piemontese, giunto a Roma nel 1886 sotto invito di Moriondo e Gariglio, i due soci che aprirono in Via del Corso la cioccolateria della catena La Tour.

Il grande Maestro Cioccolataio piemontese trasferì tutto il suo sapere a Marcello Proietti, che seppe farne tesoro. Nel 1976 il negozio La Tour chiuse i battenti e Marcello, che nel frattempo ne era diventato Maitre Chocolatier, si trasferì a Fontana di Trevi in Via della Pilotta, dando vita a una nuova bottega. Nuova di nome, ma che manteneva intatta l'arte e la tradizione imparata presso La Tour.

Nella cornice della Roma rinascimentale Marcello fece con Maurizio quello che Cuniberti aveva fatto con lui: trasferì a suo figlio, come l'antica tradizione piemontese richiedeva, tutto il suo sapere. Maurizio, dopo 15 anni di affiancamento al padre, nel 1995 con l'aiuto di Sylvie Maingre diede vita a La Bottega del Cioccolato.

I colori della bottega sono scelti in onore della tradizione di Moriondo e Gariglio: rosso ciliegia, caldo colore della passione per il cioccolato; nero, il colore del cacao grezzo, nero come il mistero che suscita. I due colori insieme sono associati all'idea del cioccolato, fatto ancora tutto artigianalmente, a mano, bonbon per bonbon, con materie di qualità sceltissima. Non è un caso che la Bottega si trovi in Monti, primo rione di Roma, noto in Italia e all'estero per la sua lunga tradizione artigianale e artistica.